Ma che bella giornata di sole...

domenica 7 maggio 2006


Iniziava così una bella e vecchia canzone di Venditti e oggi è proprio una bella giornata non c'è che dire. Dopo quello che mi sono mangiato ieri sera (una fiorentina da un chilo e due) oggi ho deciso di fare digiuno, ozierò sul letto sfogliando e leggendo i fumetti che ieri mattina ho acquistato al Teramo Comix e poi verso le tre del pomeriggio andrò a Francavilla al mare per stringere i rapporti con una Agenzia molto attiva nella organizzazione di eventi e concerti, la Events 365. Per questa estate mi sto muovendo molto bene, oltre alla Events 365 sto gia collaborando con una giovane ma seria agenzia che si occupa prevalentemente di animazione turistica nei villaggi e alberghi senza contare la collaborazione con le vecchie agenzie che possono darmi qualche altra opportunità di guadagno/divertimento. Perchè se faccio tutto questo è proprio per divertimento visto che sarà comunque un impegno abbastanza importante. Non tutti sarebbero contenti di impegnare tutta l'estate lavorando quasi tutti i giorni. Poi magari non riesco a fare nulla di tutto quello che si prospetta, ma almeno ci provo.
Sarà il fatto di andare a vivere da solo, o forse solo una presunta maturità, forse solo anagrafica, ma come dicevo in qualche post precedente ho voglia di fare tante cose. Sono mentalmente positivo e motivato anche se una nota stonata c'è, anzi c'è sempre stata e non riesco a capire come eliminarla o armoniazzarla per sfruttarla in maniera positiva. Sono solo. In tutto questo sono da solo. Posso contare solo su me stesso e nessun altro. Io che credo fortemente nel valore dell'amicizia ma non ho nessuno che condivide con me certe esperienze. Per esempio il gruppo che ho cercato ostinatamente di portare avanti in quest'ultimo anno, i Pineapple, è morto senza troppi clamori senza un vero perchè o un vero motivo. Apparentemente. Oppure so perfettamente il perchè si è creata questa situazione ma faccio finta di non vedere. Una cosa è certa, mi ritrovo come al solito da solo. Possibile che non riesca a creare o a formare un gruppo di amici che vuole suonare insieme? Possibile che debba scontrarmi con invidie e gelosie varie, quando il mio intento è solo quello di stare tutti insieme allegramente, con un occhio al profitto ma con il cuore nella musica? Forse sono talmente stronzo da non riuscire a stringere i rapporti giusti, c'è qualcosa in me che è sbagliato.... non so che pensare. Poi cinicamente penso che il mondo va proprio così. Che a nessuno gliene frega di nessuno. Che siamo tutti un po arrivisti ed egocentrici e che per trovare un sentimento puro bisogna cercare e scavare a fondo. Ma non può e essere così, non lo accetto. Io sono forse l'esempio lampante che la musica NON E' aggregazione! Per me è un coltello nel cuore che si rigirira ogni secondo. Questa estate, se tutto va bene, girerò l'italia facendo una settimana in Toscana, una in Calabria e lavorando/divertendomi qui in Abruzzo. Potrei farlo con qualcuno, avrei potuto farlo con i componenti dei Pineapple, ma se uno è troppo perso nei fiumi dell'alcool per pensare (con lui ho commesso un grosso errore di valutazione, perdendo un sacco di tempo), l'altro è troppo impegnato a non salutare oppure a farlo a mezza bocca a non dire o a non scambiare quattro chiacchiare ma neanche per un consiglio o parere, magari sulle sue nuove opportunità musicali o qualsiasi altra cosa. Scusate lo sfogo ragazzi, anche se so che non porterà a niente ma a volte ne ho bisogno e non ho nessuno con cui farlo. E' l'unico modo che ho è scrivere su questo dannato blog. Forse mi attirerò altre antipatie, ma non posso e non voglio lasciar scivolare le cose in questo modo. A volte lo so, potrei farmi i cazzi i miei ed evitare di dire certe cose, innescando polemiche e cose varie, ma non riesco a rimanere zitto di fronte all'ipocrisia. Poi divento sarcastico, pesante, e rompi palle, ma lo faccio per smuovere le acque, per vedere e mettere a nudo le persone e sicuramente il risultato è peggio del rimedio, lo so. Ma a volte lascio da parte l'esperienza e mi affido all'istinto. Comunque adesso basta. Voglio godermi il sole che entra nella mia camera onorandolo con un po di pianoforte. Se c'è una cosa che amo particolarmente e suonare il piano con la finestra aperta, di giorno di sera, l'importante e che sia aperta.

Sono fortunatamente un inguaribile ottimista.

So long. ; )

13 Commenti: