Una chitarra cento illusioni...

domenica 4 febbraio 2007

Non credevo che una chitarra potesse darmi tante sensazioni tutte insieme, eppure da quando ho preso la mia prima elettrica, vivo le mie giornate in maniera diversa. Capisco cos'è il rock! Affermazione pesante vero? Ebbene si, lo percepisco, si manifesta quando ascolto la musica, qualsiasi musica, quando ovviamente la suono, quando vado in giro. Anche quando sono al lavoro! E' uno stato d'animo, qualcosa di interiore che magari a vedermi non si direbbe. Probabilmente tra un po mi trasformerò in quei tipi che vanno in ufficio e agli appuntamenti col vestito gessato, ma con un bel paio di stivali sotto. Oddio, spero di no, però la sensazione è quella. Una chitarra cento illusioni cantava Mino Reitano e di illusioni ne sto vivendo tantissime. Sono appagato.

Ahhhhh, mmmmmmmm, siiiiiiiiiii.

Psichedelia.

(Delirio puro)

La mia Fender Stratocaster, quella in basso nell'immagine, è una chitarra mitica che ha fatto la storia. La chitarra di Jimi Hendrix, di David Gilmour (Pink Folyd), di Eric Clapton. Un oggetto che è capace di aprirmi la mente a nuove composizioni, nuove armonie. La chiave per nuovo stadio della comprensione musicale. E' le serrature sono i dischi che mi porta a comprare ed ascoltare. Adeso capisco totalmente perchè chi è venuto prima è un grande. Capisco il perchè dei Beatles ad esempio, e se tu fossi qui con me in questo momento te lo spiegherei con chitarra alla mano. Ma la Fender, non sarebbe completa se non ci fosse il mio insegnante di chitarra. Un signore sulla cinquantina un po strano, magro, alto e sempre con un cappello nero in testa. Chitarrista flamenco tra i più dotati in circolazione e, cosa più importante (eh eheh eh) maestro di vita e guru anticomunista. Talmente esaurito pazzo che ogni volta che vado a fare lezione mi faccio un sacco di risate a sentire lui che inveisce contro questo o quel parlamentare, oppure contro questa società, contro i nuovi modelli culturali ecc. Un vero spasso. Anzi sto meditando di registrare le lezioni e pubblicare il tutto come podcast in rete. Potrebbe seriamente diventare un fenomeno stile Magnotta. Eh eh. Vabè, adesso basta con le chiacchiere, adesso imbraccio la chitarra e , abilità permettendo, parto col primo sottomarino giallo che passa di qui. ; )

4 Commenti: