Halleujah

martedì 25 dicembre 2007

Libera traduzione da un classico di Leonard Cohen che potete ascoltare in una splendida versione di Jeff Bukcley nel suo unico album Grace, oppure in un intima reinterpretazione di Elisa nell'album, Lotus. Buon ascolto e buon natale.
Ora, ho saputo dell'esistenza di una melodia segreta
che Davide suonava e compiaceva il Signore
ma tu non ti interessi veramente di musica, non è vero?
Funziona così: la quarta, la quinta
la minore, aumentata, la maggiore diminuita.
Il re turbato compose un Hallelujah

La tua fede era forte ma avevi bisogno di una prova
avevi visto lei mentre faceva il bagno sulla terrazza
la sua bellezza e la luce della luna ti avevano sconvolto
e lei ti ha legato ad una sedia della cucina
ha infranto il tuo trono ed ha tagliato i tuoi capelli
e dalle tue labbra ha tirato fuori l'Hallelujah

Tu dici che ho preso il nome invano
io neanche lo conosco il mio nome
ma se anche lo conoscessi, cosa cambierebbe per te?
C'è una vampata di luce
in ogni parola
non importa quale hai ascoltato
l'inno sacro o quello spezzato Hallelujah


Ho fatto del mio meglio, non era molto
non potevo sentire, così ho tentato di toccare con mano
ho detto la verità, non volevo ingannarti
e se nonostante questo
tutto andasse male
arriverò davanti al Signore della Musica
con nient'altro nella mia voce che questo Hallelujah

Hallelujah, Hallelujah...

1 Commenti: