Ciao, c'ho una festa dentro al cuore lo sai che ti vorrei invitare...

venerdì 27 giugno 2008


A proposito di geni ereditari e di scelte di partner. E' da un po di tempo che rifletto sulle caratteristiche che una donna dovrebbe avere per incuriosirmi, affascinarmi e farsi magari infine amare da un tipo come me. Confesso che spesso mi lascio convincere da alcune definizioni lette un po qua e un po la, visto che ho il terribile difetto di scarseggiare di aggettivi. Dramma personale da colmare con la lettura ma che sempre più spesso non trova il suo giusto sfogo in queste strettissime giornate di sole ventiquattro ore, ma sto divagando...
Neanche un paio di settimane fa affrontavo l'argomento con la mia segretaria, durante una trasferta in quel di Vasto. Ci tengo davvero a dire che è una ragazza molto simpatica e intelligente e che mi augurerei lavorasse ancora per poco da noi in cambio di una amicizia al di fuori del contesto lavorativo. (Mi sto sbilanciando forse ma mo non ti montare la testa!)
Un giorno se ne esce prendendosi l'impegno di trovarmi una ragazza visto che a detta sua è brava a fare le coppie.
Mi fa: Scegli! La vuoi seria, media o frù frù? Sono tutte fighissime!!
Io: Definisci meglio cosa intendi per seria e frù frù, a media ci arrivo da solo, ma sappi che di frù frù non ne voglio sentir parlare.
Lei: Allora, la seria è bellissima, bionda, coi boccoli e gli occhi verdi.
Io: In pratica mi stai dicendo che è Georgie!?
Lei: Nooo Georgie, mica ha i boccoli? E' riccia, Candy Candy ha i boccoli ma Georgie no!
Io: Ma stai scherzando? Io ero innamoratisimo di Georgie quando ero piccolo (in fondo lo sono anche adesso) e ti posso assicurare che Georgie non è affatto riccia. Ma sei fuori?!?
Lei: Te che cavolo dici! Georgie è...  bla bla bla e bla...
(Vi tralascio per pietà il resto della discussione innescatasi).
Lei: Solo che sta un po giù per via dell'ultimo ragazzo che le ho presentato. Questo è il classico tizio che è stato trattato male dalla ex è ha deciso di punto in bianco di trattare male tutte le donne presenti e future, cominciando ovviamente dalla mia amichetta seria.
Io: E meno male che sei brava a fare le coppie?!?
Lei: Si ma magari è il momento giusto per presentargli qualche altro?! Sennò c'ho mia sorella, è tettona!
Io: Eh eh eh, e quindi? (questa è proprio bruciata di testa) Mo siccome è tettona... ma pure te che cavoli di discorsi mi fai?!?
Lei: Si vabbè ma allora si può sapere come la vorresti?
Io: (Sembra di stare al supermarket) Beh, messa così è una parola... vediamo un po, vado random. La vorrei intelligente, quindi escludi la Frù frù. Sensibile ma non sdolcinata. Cioè dovrebbe sapere che nel bene o nel male ha a che fare con un'artista. Deve piacergli l'arte in generale e ovviamente la musica. Deve farmi da contraddittorio, e avere una personalità spiccata. Niente gatte morte o cose del genere. Appassionata e passionale come me magari.
Lei: Tipico dei saggittari che...
Io: No ti prego Paolo Fox no, basta. E non si può dai!
Lei: Cosa?!? Mi stai dicendo male di Paolo Fox?!?! Ma lo sai che io mi prendo in edicola il suo annuale, il mensile e anche il settimanale?!?
Io: Ma che culo direi...
Lei: Lo sai che dai segni puoi capire tante cose in più delle persone?!? Per il lavoro che fai ti servirebbe un sacco fidati.
Io: Certo come no. Magari al prossimo appuntamento chiedo come prima cosa l'ascendente così da poter calcolare al volo la probabilità che a fine colloquio mi firmi o meno il modulo della finaziaria!!!

Continua (forse), stay tuned.

1 Commenti: